Confezioni uniche per clienti unici

Want create site? With Free visual composer you can do it easy.

Parlare con Sandro De Vanna del mestiere di selezionatore e creatore di fragranze, significa, per il suo ascoltatore, entrare in un mondo speciale.

Nell’articolo precedente, Sandro ci ha anticipato diversi argomenti, su ciascuno dei quali potrebbe intrattenerci a lungo. La sua esperienza dell’industria del profumo e dei suoi principali protagonisti, con molti dei quali vanta una conoscenza diretta, è, infatti, notevole, dopo oltre quarant’anni di lavoro!

Da esperto profumiere, ha certamente una personale visione della propria attività, ma è, pure, consapevole di essere l’erede indiretto di una vera e propria arte che, pur datando da diversi millenni (ne parleremo) ha assunto una nuova fisionomia con l’avvento della società dei consumi, precisamente con il primo dei “grandi nasi” del ‘900, François Coty, l’iniziatore della moderna profumeria industriale.

“Quello era già un uomo di marketing, oltre che un grande profumiere!”, riconosce Sandro. Secondo Coty, il profumo, oltre che il naso, deve attrarre l’occhio, per cui la confezione, oggi diciamo packaging, ha un ruolo importante nella relazione con il cliente, imponendosi alla sua attenzione. Così inizia a proporre i suoi profumi in raffinate boccette realizzate in cristallerie prestigiose come quelle di Baccarat e di Lalique. È un’autentica rivoluzione! Il profumo viene prodotto in serie, pure se a volte limitata, e si può acquistare nei famosi Passages parigini come le Galeries Lafayette. Diventa, perciò, accessibile a una clientela borghese, spesso facoltosa. Ma non è più uno dei privilegi dell’antica nobiltà.

“Nel mio piccolo, anch’io ho riflettuto, durante la fase di ricerca che ha preceduto la produzione dei miei profumi, a come proporli ai miei clienti”. Sandro De Vanna ha, però, deciso di intraprendere un percorso diverso, per alcuni aspetti opposto a quello di Coty, pensando a confezioni “uniche”, diverse l’una dall’altra perché prodotte a mano, una per una.

Una sorta di personalizzazione che risponde ad una precisa richiesta del cliente-tipo di Sandro, quella di essere riconosciuto nei propri gusti e nelle proprie preferenze estetiche, andando oltre la massificazione che contraddistingue, nei punti di vendita contemporanei, il profumo di griffe.

Una fase della lavorazione dei nostri flaconi, a Murano

Una fase della lavorazione dei nostri flaconi, a Murano

Naturalmente, i creatori non potevano essere che i maestri vetrai di Murano ed il design dei flaconi non poteva non ispirarsi a Venezia, alla sua architettura come alla sua arte. Il risultato è una vera e propria collezione di pezzi unici che valorizza, ancora di più, una linea di profumi come Ponte di Rialto, apprezzata dai “buoni nasi” – questa volta, dei clienti!

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

About The Author

Avatar

Sandro De Vanna

Sandro de Vanna è il titolare di una profumeria tipicamente veneziana, fondata più di ottanta anni fa: la Profumeria Franco di Venezia.

Post Your Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *